SHARING EXPERIENCE NELL’ADVANCED BREAST CANCER

On demand fino al 31 dicembre 2022

on line
DAL 30/03/2022
AL 31/12/2022
500
00.00 €

Docenti

Informazioni Generali

Lezioni

1

Crediti

2

Categorie Accreditate

  • Oncologia

Organizzatore

Intermeeting

PROGRAMMA

All’ultimo ESMO 2021 sono stati presentati i risultati dell’analisi finale di sopravvivenza globale dello studio MONALEESA-2, che ha valutato ribociclib in combinazione con letrozolo [rispetto a placebo più letrozolo] nel trattamento di I linea di donne in post menopausa con tumore della mammella avanzato o metastatico positivo per i recettori ormonali e negativo per il recettore 2 del fattore umano di crescita epidermica (HR+/HER2-).
I seguenti risultati hanno evidenziato come queste associazioni permettano di allungare in modo significativo la sopravvivenza globale e confermano che ribociclib, un inibitore della ciclina D1/CDK4 e CDK6, apre nuove prospettive nel trattamento del tumore della mammella, prolungando la sopravvivenza anche in sottogruppi di pazienti ormonosensibili, considerato il più rappresentato in fase metastatica. Un dato importante questo che si riferisce a donne che fino a poco tempo fa avevano un’aspettativa di vita che non superava i 18 mesi.
I risultati di questo studio arrivano a conferma delle evidenze presentate ad ASCO 2021 sempre per donne in postmenopausa con tumore HR+/ HER2- in stadio 4 ed è sicuramente l’analisi fatta del sottogruppo di queste pazienti ormonosensibili ad aver fatto registrare risultati che fino a poco tempo fa erano impensabili: la mediana di sopravvivenza non è stata ancora raggiunta, e, sulla base delle evidenze disponibili, è stimata in ogni caso come superiore ai 5 anni, considerato come dato di sicuro interesse.

Il progetto ‘Sharing experience nell’Advanced breast cancer’ si propone di condividere le più recenti conoscenze ed esperienze cliniche nell’ambito del trattamento del carcinoma mammario avanzato con una particolare attenzione rivolta a trattamenti innovativi e promettenti come quelli con gli inibitori della ciclina D1/CDK4 e CDK6 in una modalità virtuale innovativa e distintiva.

Con il contributo non condizionante di: NOVARTIS