• IT
  • EN

Nuove evidenze in Cardiologia

Dal 2015 sono in corso alcuni studi che puntano a valutare la sicurezza e l’efficacia di un trattamento con edoxaban in pazienti con fibrillazione atriale, in differenti contesti clinici.
I risultati di queste sperimentazioni, ormai in fase di conclusione, saranno presentati in occasione del prossimo congresso della Società Europea di Cardiologia.
Il primo trial, ETNA, è uno studio di sicurezza post-autorizzazione che, in un contesto clinico reale, ha cercato di raccogliere nuove informazioni sulla sicurezza di un trattamento antitrombotico con edoxaban, in pazienti con fibrillazione atriale non valvolare, non preselezionati.
Lo studio real-world EMIT-AF/VTE è iniziato nel novembre 2016 e ha valutato la sicurezza peri-procedurale di edoxaban, all’interno di qualsiasi procedura diagnostica o di intervento, nei pazienti con fibrillazione atriale non valvolare o tromboembolia venosa.
La terza sperimentazione, ENTRUST-AF PCI, ha confrontato un trattamento con edoxaban rispetto ad un antagonista della vitamina K associato ad una duplice terapia antiaggregante, dopo un intervento di rivascolarizzazione coronarica con stent. Anche in questo caso i pazienti inclusi nello studio presentavano una fibrillazione atriale.
Se l’efficacia è un parametro essenziale nella scelta del trattamento anticoagulante da utilizzare nei pazienti con fibrillazione atriale o eventi trombotici, la sicurezza del farmaco rappresenta per il medico una caratteristica essenziale che tutela il paziente da un eccessivo rischio di sanguinamento.
In particolare, molto spesso i pazienti in regime anticoagulante sono sottoposti a procedure diagnostiche o terapeutiche che li espongono ad un rischio di sanguinamento, potenzialmente fatale. Poter disporre di informazioni sulla sicurezza del trattamento in queste situazioni è molto importante per il medico e può rappresentare un elemento determinante nella scelta della molecola da utilizzare.
La presentazione dei risultati di questi nuovi studi, attraverso un corso di formazione a distanza, consente di esporre nuove informazioni cliniche su edoxaban, mettendone il luce non solo l’efficacia, ma anche le doti di sicurezza, nei pazienti con fibrillazione atriale o tromboembolia venosa

Online
DAL 22/10/2019
AL 31/12/2019
500
0 €

Docenti

  • Sabino Iliceto
  • Raffaele De Caterina
  • Paolo Colonna
  • Antonio Franco Folino
  • Andrea Rubbioli

Informazioni Generali

Lezioni

1

Crediti

2

Categorie Accreditate

  • Cardiochirurgia
  • Cardiologia
  • Medicina Generale
  • Medicina Interna

Organizzatore

Intermeeting

Link